Paola Montanari,


nel 1986, all'età di 19 anni, si è diplomata all' istituto Tecnico Commerciale e già pensava che non si sarebbe mai seduta dietro la scrivania di una banca, perchè in lei era forte il desiderio di esternare la propria fantasia creando composizioni di ogni genere.

Il forte senso del colore ed un gusto sempre fantastico e innovativo diventano il suo linguaggio per comunicare emozioni.

Con coraggio, intraprende il lavoro di fiorista aprendo una piccola attività. Il successo è stato immediato poichè le prime clienti, hanno capito che in quel piccolo negozio, si aprivano le porte di ad un mondo fantastico: quello delle decorazioni.
"Sembra di entrare in una favola!" esclamavano.

Per soddisfare il suo pubblico, che è alla ricerca di cose sempre nuove ed inedite,
Paola si aggiorna frequentando corsi che migliorano la sua vivace attività.
I risultati si concretizzano: vengono rinnovati i locali ed aumentano le richieste per allestire serate di gala, eventi di nozze e cerimonie varie, consulenze per decorazioni ed arredi in ville.

La fantasia di Paola continua a lavorare e nella primavera del 2003, s' inventa per vivacizzare i suoi prodotti, il primo "Shop Event: Tutti frutti cocktail party".
Le clienti, dopo un invito appassionatamente scritto per loro, partecipano a centinaia... è un vero successo!
In questa occasione Paola rafforza il legame con SIA: Azienda leader di oggettistica e decorazioni e diventa l' unica concessionaria del marchio in zona.
Seguono altri eventi, con caratteristiche diverse: dai "Viaggi gastronomici delle cucine del mondi" a secondo delle stagioni, alle "Lezioni del bel ricevere" a secondo delle festività.
Tutto questo alla presenza di maestri professionisti che hanno esterrefatto i presenti illustrando le tecniche di preparazioni relative ad ogni momento, con abbinamenti del cibo alla decorazione, del profumo al calore, dal fiore al tavolo della festa, della musica alla tradizione.

Il negozio diventa così il luogo d' incontro per persone che si animano e si divertono.

"Il business non è incompatibile con l'affetto ne' con il divertimento"